Bio – ITA

Andrea Grossi, classe 1992, studia contrabbasso e composizione jazz al Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, sotto la guida del M° Roberto Bonati, diplomandosi nel 2017, al Biennio di “discipline musicali jazz”, con la votazione di 110/110 e lode con menzione speciale.

Durante il suo percorso di studi accademici ha avuto la possibilità di studiare, tra gli altri, con: Roberto Dani, Alberto Tacchini, Riccardo Luppi, Fabrizio Fanticini e Riccardo Ceni. Ha partecipato inoltre a numerose masterclass, tra le quali ricordiamo quelle di: Bruno Chevillon, Barre Phillips, Han Bennink, Misha Alperin, Franco D’Andrea, Arild Andersen, Bruno Tommaso, Gianluigi Trovesi, Sidsel Endresen, Marcus Miller, Tor Yttredal, Morten Halle e Federico Sanesi.

La sua attività concertistica vanta già numerose collaborazioni in ambito nazionale ed internazionale: Barre Phillips, Gyorgy Kurtag, Eyvind Kang, Aruán Ortiz, Marcelo Nisinman, Walter Thompson, Alan Bishop, Sabir Mateen, Michel Doneda, Yves Savary, Paul Roth, Martin Mayes, Giancarlo Schiaffini, Roberto Masotti, Cristina Zavalloni, Diana Torto, Roberto Bonati, Roberto Dani, Giancarlo “Nino” Locatelli, Sebi Tramontana, Cristiano Calcagnile, Daniele Cavallanti, Tiziano Tononi, Walter Prati, Roberto Cappello, Pierpaolo Maurizzi, Riccardo Luppi, Massimo Falascone, Claudio Lugo, Gaetano Liguori, Guido Bombardieri, Paolo Tomelleri, Paolo Botti, Emanuele Parrini, Beppe Caruso, Alberto Mandarini, Mario Arcari, Andrea Dulbecco, Danilo Grassi, Camilla Battaglia, Gaia Mattiuzzi, Lynn Cassiers, Laura Conti, Beatrice Arrigoni, Olivia Salvadori, Sandro Mussida, Alessandra Novaga, Alberto Tacchini, Alberto Braida, Marco Dalpane, Luca Tilli, Gianpiero Malfatto, Francesco Bossaglia, Massimiliano Milesi, Roberto Del Piano, Filippo Monico, Fulvio Maras, Stefano Giust, Luca Perciballi, Francesco Fiorenzani, Francesco Orio e molti altri.

Ha suonato in importanti festival e venues in Italia (tra i quali: Blue Note Milano, Festival Verdi, AngelicA, ParmaJazz Frontiere, Bergamo Jazz, Iseo Jazz, Ground Music Festival, L’Altro Suono, Pisa Jazz, Il Ritmo Delle Città, Ritratti, Festival della Chitarra di Pescara, Ah

Um Jazz Festival, Teatro Regio, Teatro Farnese e Auditorium Paganini di Parma, Teatro al Parco de L’Aquila, Teatro Dal Verme, Sala Verdi del Conservatorio di Milano), Francia (Festival di Chalon-Sur-Saone), Germania (Jazz&Joy, Worms), Spagna (Festival Escena Mobile, Siviglia), Svizzera e Norvegia.

Attivo principalmente nell’ambito della musica improvvisata e all’interno della scena avant-garde, si dedica anche al jazz più tradizionale, alla musica classica/contemporanea e, occasionalmente, alla musica leggera (genere nel quale ha lavorato come turnista incidendo il brano “Nuotano Nuvole” nel disco “Conseguenza Logica” dei Matia Bazar e collaborando dal vivo con l’Orchestra di Sanremo). Ha inoltre registrato con la MG_INC Orchestra la sigla del canale televisivo della Paramount Pictures.

Attualmente è leader del trio Blend 3 (con Manuel Caliumi al sax contralto e Michele Bonifati alla chitarra elettrica) con il quale ha pubblicato l’album “Lubok” e della Blend Orchestra (ensemble di 12 elementi) con la quale ha pubblicato “Four Winds”.

L’unione tra Blend 3 e la voce di Gaia Mattiuzzi ha dato vita a Songs & Poems, progetto che lavora sul rapporto tra musica e parola.

Collabora inoltre con svariati musicisti e gruppi nell’ambito del jazz e della musica improvvisata (la ParmaFrontiere Orchestra ed il Chironomic Ensemble di Roberto Bonati, i gruppi Pipeline di Giancarlo “Nino” Locatelli, il collettivo Milano Music Collective, Nexus e Udu Calls Trio di Daniele Cavallanti e Tiziano Tononi, l’Idea Trio di Gaetano Liguori, il Takla Jazz Trio di Filippo Monico, il trio KORR con Michel Doneda e F. Monico, l’Organic Gerstures Trio di Luca Perciballi, il quartetto MASC con Manuel Caliumi, Simone Quatrana e Cristiano Calcagnile, l’Extemporary Vision Ensemble di Francesco Chiapperini, il Beatrice Arrigoni 4et, il quintetto di Michelangelo Decorato, la band I AM A FISH e molti altri ancora), in formazioni orchestrali di musica classica e contemporanea (nel GMC di Danilo Grassi, nell’Ensemble ’05 di Massimo Felici ed Antonia Valente) e come duo cameristico con la pianista Gledis Gjuzi. Si esibisce occasionalmente anche con alcune prestigiose bande: Banda dei Martinitt, Orchestra Civica di Fiati di Milano, Fanfara III Reggimento Carabinieri Lombardia.

Nell’ambito delle arti performative lavora abitualmente con la coreografa Laura Matano il suo Collettivo XL e la compagnia Danzability; con SParsi, gruppo di quattro danzatori e tre musicisti diretti attraverso il linguaggio del Soundpainting da Giancarlo “Nino” Locatelli; con lo storico fotografo e videomaker Roberto Masotti e la sua Tai No- Orchestra.

Ha partecipato alle trasmissioni televisive: “Gazebo” in diretta su Rai 3 suonando con l’”Italian Trio” di Aruan Ortiz; “Fantastico Credici” come ospite su Zelig TV. Collabora inoltre con il conduttore televisivo/comico Giampaolo Gambi.

Nel 2016 con il “Beatrice Arrigoni Quartet” vince il Premio MIDJ come Miglior Formazione Jazz Under 30 di Lombardia ed Emilia Romagna.

Nel 2017 viene chiamato a partecipare in qualità di primo contrabbasso alla cerimonia di assegnazione della laurea honoris causa attribuita a Patti Smith dall’università di Parma.

Nel 2018 la Compagnia Danzability è scelta tra i 10 finalisti del II Concorso internazionale di coreografia del Festival Escena Mobile di Siviglia con lo spettacolo “Exit” di Laura Matano con musiche dal vivo di Andrea Grossi.
Sempre nel 2018 vince il concorso nazionale di composizione per le immagini “Il Cinema Ritrovato. Concerti per film silenziosi in luoghi inattesi” bandito dalla Cineteca di Bologna, grazie alla sonorizzazione del film muto “Les Bordes de la Tamise d’Oxford à Windsor” (Francia/1914, 6’)

Nel 2019 è finalista del concorso “Chicco Bettinardi” con il gruppo I AM A FISH.

Con Andrea Grossi Blend 3 è vincitore del bando “Nuova Generazione Jazz 2019” indetto da I-Jazz e supportato dal Mibac. Il gruppo sarà rappresentate del jazz italiano in Europa per tutto l’anno 2019.
Menzione Speciale al Premio Internazionale Giorgio Gaslini 2019

Dal 2019 è endorser dei microfoni danesi Remic (www.remic.dk)

Attualmente è docente di Basso Elettrico, Contrabbasso ed Improvvisazione all’Accademia Musicale Crepaldi di Pogliano Milanese.

page3image21567872

DISCOGRAFIA:

Leader:

  • Four Winds – Andrea Grossi Blend Orchestra – 2020 – We Insist! Records
  • Lubok – Andrea Grossi Blend 3 – 2019 – We Insist! [LP, CD, digital].

Sideman:

  •  Tombeè de la Voute – KORR (Doneda, Grossi, Monico) – 2021 – We Insist! Records;
  • Kakuan Suite – Trio Pipeline – 2020 – We Insist! Records;
  • Nine-Dart Finish – I Am A Fish – 2020;
  • Whirling Leaves – Roberto Bonati Chironomic Orchestra – 2019 – ParmaFrontiere;
  • Chirality – Eyvind Kang – 2019 – i dischi di AngelicA;
  • Prayer – Pipeline 8 (Giancarlo “Nino” Locatelli) – 2018 – We Insist!;
  • Il Suono Improvviso – Roberto Bonati Chironomic Ensemble – 2018 – ParmaFrontiere;
  • Innerscape – Beatrice Arrigoni 4tet – 2018 – EMME Records;
  • The Big Earth – Francesco Chiapperini Extemporary Vision Ensemble – 2018 – Rudi Records.

Prossime pubblicazioni:

  • Songs & Poems – Andrea Grossi Blend 3 + Gaia Mattiuzzi – We Insist! Records 2021
  • Organic Gesture Trio – Luca Perciballi